3 Cose da Sapere Prima di Acquistare Casa

Prima di acquistare una casa hai bisogno di sapere 3 cose essenziali. Innanzitutto devi conoscere i 2 passaggi fondamentali per il buon fine del rogito notarile:

  • 1. il notaio in sede di stipula preleva le planimetrie catastali presenti al momento in banca dati e le due parti (venditore in primis ed acquirente) dichiarano che quanto ivi riportato corrisponde alla realtà dello stato dei luoghi. In poche parole ciò che si sta trasferendo deve essere ben identificato nella sua interezzae questo è fondamentale per il punto che segue;
  • 2. l’immobile deve avere una situazione urbanistica legittima allo scopo evitare il trasferimento di abusi edilizi. Questo perché gli abusi edilizi non sono commerciabili e quindi non trasferibili se non sono stati precedentemente sanati amministrativamente. Il proprietario venditore deve essere in possesso delpermesso a costruire o concessione edilizia che legittima la realizzazione del fabbricato nonché tutti gli altri mutamenti avvenuti nel corso degli anni. Questi titoli sono fondamentali, in quanto lo stesso Notaio rogante ne fa espressa richiesta per citarli nel rogito.

Preciso, comunque, che bisogcosa da sapere prima di acquistare casana accertarsi se il fabbricato è stato realizzato prima del 1967 ovvero l’anno in cui è entrata in vigore la Concessione Edilizia obbligatoria per legge: se la costruzione è antecedente non ci sono problemi, in quanto si costruiva senza alcuna autorizzazione del Comune, ma se è successivo al ‘67 si deve richiedere al venditore la Concessione Edilizia con cui è stato costruito.

Questi due passaggi sono indispensabili per procedere all’acquisto di una casa: la loro mancanza comporta la non commerciabilità del bene ed oltretutto nessuna Banca o Istituto di Credito ne finanzierebbe il mutuo ipotecario.

  • 3. A proposito di questo, se intende acquistare con mutuo, la Banca pretende che l’immobile abbia provenienza ricostruibile fino a 20 anni. Mi spiego, ad evitare l’iscrizione di ipoteca su un immobile che sia stato usucapito (ossia il venditore ne ha avuto il possesso pacifico ed ininterrotto per un ventennio senza averlo acquistato o ricevuto in donazione con atto pubblico) l’Istituto di Credito pretende oltre all’atto di acquisto anche i precedenti rogiti dal venditore per verificare il ventennio di provenienza, pena l’impossibilità di accendervi l’ipoteca.

Non sempre c’è l’Agenzia Immobiliare a garantire il legittimo trasferimento ed in ultima battuta si arriva impreparati davanti al Notaio, spesso dopo aver firmato il compromesso preliminare dietro pagamento della caparra. Per quanto si possa far causa per un risarcimento, si può configurare sempre un “incauto acquisto” e non sempre si ha ragione davanti alla magistratura.

Prevenire è meglio che curare, basta rivolgersi ad un geometra di fiducia o un avvocato che – dietro un giusto compenso – accompagnino per mano il cliente in questo passo storico e importante. Ma attenzione, tutto ciò prima ancora di sottoscrivere il compromesso preliminare e sborsare soldi.

Se devi acquistare una casa e necessiti di maggiori informazioni sullo stato dell’immobile interessato, contattami per una consulenza affidabile e professionale.

One Response

Leave a Reply